Pasta e patate con la provola

Oggi vogliamo raccontarvi di un’altra ricetta della tradizione, la pasta e patate… un piatto di origini contadine da sempre presente sulle tavole napoletane.

Una ricetta povera, una minestra perfetta per i giorni di freddo, che poi si è arricchita con altri ingredienti, diventando sempre più buona, L’aggiunta della provola affumicata infatti rende la pasta e patate ancora più saporita, perfetta per essere conservata e ripassata in forno, anche il giorno dopo.

Pasta e patate con la provola

Che pasta scegliere? Ovviamente la pasta mischiata, di cui vi abbiamo già parlato  nella ricetta della pasta e fagioli!

La pasta va cotta nella pentola dove si stanno cucinando le patate, quindi mi raccomando, non prendente una pentola piccola!

pasta e patate food napoli tradizione

Ecco la ricetta di Taste of Vesuvio della pasta e patate con la provola.

Ingredienti per 4 persone:

  • 280 g di pasta mista
  • 4 patate (non troppo grandi)
  • 120 g di provola affumicata
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro
  • parmigiano e pecorino
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1,5 l di brodo vegetale
  • Olio extravergine
  • Sale e pepe

Procedimento

Preparare un battuto per il soffritto con carota, cipolla e sedano.
Metterlo in una padella alta con un filo d’olio e tarlo rosolare. Aggiungere la passata di pomodoro.

Pelare e tagliare a cubetti piccoli le patate e aggiungerle al soffritto. Lasciare insaporire, unire qualche mestolo di brodo vegetale e aggiustare di sale.

Far cuocere per circa 20 minuti, aggiungere un altro po’ di brodo vegetale, portare a bollore e aggiungere la pasta.
Nel frattempo tagliare la provola affumicata a dadini.

Portare a cottura la pasta, aggiungendo se necessario un altro po’ di brodo vegetale caldo, e, a fuoco spento, mantecare con il parmigiano, il pecorino e la provola.

Servire la pasta e patate con qualche foglia di basilico e con altra provola e formaggi grattugiati.


seguici anche su
facebook socialinstagram socialtwitter socialgoogle social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *