Panino Crisommola

E succede così, che nel bel mezzo dell’estate qualcuno tira fuori il panino dal cilindro e ci sbalordisce con qualcosa che solo il nome mette curiosità e soprattutto esplode di vesuvianità: Crisommola.

Certo, perché è proprio così che si chiama il nuovo panino di Sciuè il Panino Vesuviano, noto locale di Pomigliano d’Arco. Un vero e proprio omaggio al territorio vesuviano grazie al riferimento al suo frutto più famoso, ovvero l’albicocca.

Nel dialetto locale è detta “crisommola” di derivazione greca da Chrysoun melon che significa “frutto d’oro”. Una vera e propria eccellenza della terra vesuviana, tanto è vero che gli è stata attribuita l’IGP, l’Indicazione Geografica Protetta.

Ma ritorniamo al panino, il quale prevede il seguente contenuto:
– hamburger di suino (200 gr) selezione Sciuè
– rucola da campo
– pecorino bagnolese
– confettura di albicocche vesuviane
Il tocco dolce dell’albicocca stempera la sapidità del suino e del pecorino e conferisce, insieme alla rucola, una decisa freschezza.

panino crisommola

L’idea è dello chef Giuseppe De Luca, che con il fratello Marco, porta nel panino le tipicità del territorio vesuviano dando voce a piccoli agricoltori locali e artigiani del gusto.

L’abbinamento con il suino e il pecorino bagnolese è una ricetta esclusiva di Sciuè e sarà presenta all’Ottaviano Food Festival, la kermesse gastronomica che raccoglie chef stellati e cucina di qualità alle falde del Vesuvio.

Nel menu estivo di Sciuè ci sono diverse novità, come il panino con Polpo all’insalata, con misto selvatico e zeste di limone di Sorrento, oppure il Pollo crunch con hamburger di pollo con panatura croccante, pecorino bagnolese e peperoni arrostiti ed infine lo Zio Peppo con hamburger di suino, stracciata di bufala, peperoncini verdi, senape e pomodorini.
Un vero e proprio imbarazzo della scelta da Sciè, Il Panino Vesuviano, un burger loft aperto nel 2015, provvisto di cucina a vista e chiusa in vetro.
Anche nelle altre stagioni sono sempre previsti accostamenti ai prodotti del momento, privilegiando i presidi Slow Food, produzioni tipiche e di piccoli contadini artigiani.

I fratelli Giuseppe e Marco vi aspettano quindi lì dal loro Sciuè il Panino Vesuviano, per farvi innamorare del “Crisommola”!

seguici anche su

facebook social
instagram social
twitter social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *