“Mangio Napoletano” al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

Venerdì 25 Maggio 2018 presso il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa a Portici, con l’evento Mangio Napoletano, l’associazione Sud Food è riuscita a far vivere ai visitatori una serata che sembrava essersi fermata nel tempo al XIX secolo.

L’associazione Sud Food intende valorizzare e promuovere il patrimonio enogastronomico dell’Italia partendo proprio dal Sud, difendendo l’equilibrio del mercato locale con supporto ai consumatori ed ai produttori, nel panorama nazionale ed internazionale.

Testimonial d’eccezione dell’evento Mangio Napoletano, il maestro Antonio Tubelli definito l’ultimo Monzù, come erano chiamati nei secoli XVIII e XIX i capocuochi delle case aristocratiche in Campania e in Sicilia.

Dopo la visita al museo ferroviario, dove tra le locomotive storiche, attori in abiti ottocenteschi creavano un’atmosfera surreale e ironica, la serata è continuata con la cena spettacolo nell’anfiteatro affacciato sul mare.

mangio napoletano pietrarsa

Durante la cena del Mangio Napoletano sono stati serviti 4 piatti della tradizione ottocentesca abbinati ad altrettanti vini selezionati accuratamente dai Sommelier presenti:

  • Caponatina del “Cavalcanti” in abbinamento a *Agnanum Falanghina dei Campi Flegrei DOC*
  • Voul au Vent con farcia di pisellini cacio e uova in abbinamento a *Nativ Rare 25 Irpinia Greco DOC* 
  • Fili di Pollo e crema Riso di Sibari in abbinamento a*Cantina del Vesuvio Lacryma Christi del Vesuvio Rosato DOC BIO*
  • Mangiamaccheroni allo “Scammaro” in abbinamento a *Cautiero Piedirosso BIO Campania IGP*

mangio napoletano pietrarsa

mangio napoletano pietrarsa

mangio napoletano pietrarsa

mangio napoletano pietrarsa

A fare da cornice alla cena lo splendido scenario del golfo di Napoli e l’intrattenimento, tra una portata e l’altra, di attori e musicisti che con scenette e musica hanno saputo coinvolgere il pubblico trasportandolo per una sera alla corte dei Borbone.

Per maggiori informazioni sul Museo Ferroviario di Pietrarsa dai un’occhiata a questo articolo


seguici anche su
facebook socialinstagram socialtwitter socialgoogle social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *