La pastiera

Avete mai sentito parlare di sua maestà la pastiera? Secondo noi non ci sono altri aggettivi per descrivere il dolce per eccellenza del periodo pasquale della tradizione napoletana e vesuviana.

La pastiera, il dolce dei dolci, quello il cui profumo inonda la casa, quello che resta lì, sulla credenza della nonna, dal giovedì santo (al massimo dal venerdì santo) fino alla domenica di Pasqua!

E quante ce ne sono? Una? Nooo, almeno 5 o 6 perché poi bisogna regalarle alla zia, alla nipote, alla cognata, all’amica di…

E proprio per questo motivo non si può aprire prima della domenica di Pasqua, anche se ne sono tante, neanche una piccola piccola si può aprire!

pastiera napoletana pasqua

Quella di mammà è sempre la più buona, perché ha quel pizzico di nonsocchè in più e poi è umida al punto giusto e il grano si sente poco (o si sente molto) e la frutta candita non mi piace e mamma me la fa a parte, o viceversa e così via

E ora che le disquisizioni sulla pastiera sono infinite, passiamo al dunque…
Siete di quelli che preparate la vostra pastiera, la comprate, aspettate che ve la regalino o fate tutte queste cose insieme?

Mentre ci pensate noi proviamo a rubare una fettina di pastiera!

La Pastiera

Ingredienti per una pastiera da 28 cm:

Per la pasta frolla

  • 500 g di farina
  • 200 g di zucchero
  • 200 g di burro o margarina
  • 3 uova intere
  • 1 pizzico di sale

per il ripieno

  • 300 g di zucchero
  • 400 g di grano (un barattolo)
  • 500 g di ricotta
  • 30 g di burro
  • 5 uova intere
  • 100 g di latte
  • 1 limone
  • aromi: fior d’arancio, vanillina, millefiori, cannella
  • cedro candito e scorzetta di arancia candita

Procedimento:

Prima di preparare la pastiera, mettere in una ciotola la ricotta con lo zucchero e amalgamare bene. Preparare la pasta frolla: in una ciotola mescolare lo zucchero con la farina e un pizzico di sale, al centro aggiungere il burro con le uova e lavorare rapidamente.

Ricopritela con una pellicola e fatela riposare in frigo per una mezz’ora.

pastiera napoletana pasqua

Preparare il grano: metterlo in una pentola e aggiungere il latte, il burro, la buccia grattugiata del limone e far riscaldare a fiamma bassa per 10 minuti, mescolando bene, fino a quando non diventa un composto cremoso.

Aggiungere alla ricotta lavorata in precedenza le uova, una bustina di vanillina, un po’ di millefiori, cannella e fior d’arancio.

Amalgamare bene, aggiungere il grano e la frutta candita tagliata a pezzetti.

Stendere la pasta frolla in una teglia precedentemente imburrata e infarinata, versare il composto e decorare con strisce di pasta frolla . Fate cuocere a 180° per circa 40/50 minuti.

Lasciar riposare la pastiera (anche per qualche giorno) così sarà più buona!

Seguici anche su…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *