Gli struffoli

I dolci natalizi della tradizione napoletana sono tantissimi, ne abbiamo parlato anche qui. Ma il dolce più natalizio in assoluto sono gli struffoli!

E noi di Taste of Vesuvio non potevamo non condividere con voi la nostra ricetta! Non ci sono parole per descrivere la bontà degli struffoli! Se non li avete mai assaggiati, cosa aspettate a farlo?

Gli struffoli

Ingredienti:

Per la pasta

  • 450 g di farina
  • 2 uova
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di burro
  • 3 cucchiai di limoncello o di liquore strega
  • 1 pizzico di sale
  • buccia grattugiata di un limone
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • olio di semi di arachidi per friggere

Per condire

  • 15 g di acqua
  • 250 g di miele millefiori
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • confettini colorati
  • frutta candita

struffoli dolci di natale napoli tradizione ricetta

Procedimento:

Montare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova e continuare a mescolare. Aggiungere, il limoncello, la scorza grattugiata del limone, il sale e il lievito. Assorbire la farina, impastando con le mani, fino ad ottenere un impasto morbido, eventualmente aggiungere un altro po’ farina.

Staccare un pezzo di pasto e stenderlo, cercando di formare un filoncino di circa 1 cm di diametro. Tagliare i filoncini a pezzetti (utilizzare un po’ di farina per non farli attaccare).

Friggere gli struffoli in abbondante olio bollente, mettendone pochi per volta, perchè a contatto con il calore si gonfieranno. Toglierli quando si sono gonfiati e coloriti un po’, non troppo, altrimenti si bruciano, e lasciarli sgocciolare su un foglio di carta assorbente.

In una pentola mettere l’acqua e lo zucchero e farlo sciogliere a fiamma bassa. Aggiungere il miele e farlo sciogliere. Appena sarà sciolto spegnere la fiamma e mettere nella pentola gli struffoli e un po’ di confettini e di cedro tagliato a pezzetti.

Mescolare bene, mettere gli struffoli in un piatto, aggiungere un altro po’ di confettini e guarnire con frutta candita.

Buon appetito!


seguici anche su
facebook socialinstagram socialtwitter socialgoogle social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *