“Award of Excellence 2019” al Grand Hotel Parker’s

Il ristorante George del Grand Hotel Parker’s di Napoli si aggiudica l’Award Excellence 2019 conferito dalla rivista internazionale Wine Spectator, protagonista nell’ambito della cultura del vino.

Award Excellence 2019 è un riconoscimento assegnato ai ristoranti che hanno una particolare attenzione al vino, dotandosi anche di un buona varietà ed assortimento. Fa la differenza anche il saper proporre vini di qualità che ben si collegano a quanto offerto dal menu.

La premiazione avverrà a New York durante la “New York Wine Experience” dal 17 al 19 ottobre.

Un Award Excellence 2019 ben assegnato tenendo conto della carta dei vini del George di Napoli. Quella che Giovanni Avolio, Food & Beverage Manager del ristorante, considera una “mappa enologica con un pizzico di romanticismo”, la quale conta 135 etichette.
Una varietà che oltre a Napoli e la Campania, si protrae anche in vini della Franciacorta, Barolo e Falerno.

george hotel napoli

Il ristorante George, protagonista di questo Award Excellence 2019, si trova al sesto piano del Grand Hotel Parker’s, lo storico cinque stelle lusso sul corso V. Emanuele. Dopo un radicale restyling, il ristorante riapre senza tradire il fascino senza tempo della dimora d’epoca che contraddistingue l’hotel.

Interni in velluto di seta, ardesia e marmo nero, con ampie vetrate dalle quali si assiste ad un panorama mozzafiato firmato dalla città di Napoli.
La grande cucina è visibile dalla sala e dà anch’essa sul panorama. Al suo interno ci sono giovani professionisti come lo chef Domenico Candela, napoletano di nascita, classe 1986, rientrato dalla Francia dopo importanti esperienze in cucine stellate.

Di fianco al ristorante George, la Krug Lounge che ospita la Maison Krug, contraddistinta daampi sofà, poltrone e tavolini, camino a parete, vista sul golfo, tutto induce ad una slow experience

Info: Grand Hotel Parker’s – C.so Vittorio Emanuele, 135 Napoli
sito web:
grandhotelparkers.it 

seguici anche su

facebook social
instagram social
twitter social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *